At 30,000 feet for travelers

ISOLE BALEARI: LA META IDEALE PER IL TURISMO GASTRONOMICO

Con un'infinità di prodotti e piatti tipici, per non parlare di mercati e fiere, le isole Baleari sono la destinazione perfetta per gli amanti del turismo gastronomico in qualsiasi stagione dell'anno.

Chi pensa che le Baleari siano una meta adatta solo a chi ama sole e spiaggia, si sbaglia. Nella vita, ci sono poche esperienze più memorabili di una passeggiata sul lungomare di Ciutadella in inverno, di perdersi tra le stradine di una Palma di Maiorca ricca di fascino e poco affollata o di abbandonarsi al mistero di una Formentera silenziosa durante la bassa stagione. Se oltre ad amare tutto questo abbiamo anche una vera e propria passione per la gastronomia, che ci porta a organizzare i viaggi più con lo stomaco che con la testa, le isole Baleari sono decisamente il posto adatto a noi.

Maiorca, Minorca, Ibiza e Formentera hanno in comune una ricca tradizione gastronomica (il ricettario locale è un festival di piatti e prodotti), che convive con i grandi nomi della cucina contemporanea, con ristoranti stellati e con un'ampia gamma di proposte gastronomiche per tutti i gusti e per tutte le tasche.

Hai già prenotato un volo per concederti un soggiorno autunnale o invernale alle Baleari? E allora prendi appunti e segnati tutti questi piatti che devi assolutamente provare durante la tua visita aSes Illes.

Sobrasada

Questo salume crudo e stagionato, aromatizzato con sale, paprika e pepe nero, è uno dei fiori all'occhiello della gastronomia maiorchina, un prodotto che tradizionalmente veniva preparato in casa dopo la macellazione del maiale e che riscuote sempre un enorme successo tra i turisti che visitano l'isola. Per gli amanti della gastronomia, in grado di apprezzare la qualità di un buon insaccato artigianale, ci sono poche cose più prelibate di una pagnotta imbottita con sobrasada e formaggio (rigorosamente mahonés, la rinomata denominazione di origine dell'isola di Minorca).

Ensaimada

E che dire di questo dolce che è un marchio di fabbrica dell'isola di Maiorca fin dal XVII secolo? Le versioni più popolari sono la classica e quella con i capelli d'angelo, anche se il grande successo di questo dolce rotondo e zuccherato a base di farina, uova e strutto ha ispirato la creazione di numerose come quelle al cioccolato, alla crema o alla panna. La passione dei maiorchini (e degli abitanti delle Baleari in generale) per le ensaimadas è tale che esistono numerosi panifici e pasticcerie specializzati in questa prelibatezza che sono considerati i migliori in assoluto e vendono ogni giorno enormi quantità di ensaimadas da gustare in qualsiasi momento, come colazione, merenda o dessert.

Caldereta (zuppa) di aragosta (Minorca)

Questa zuppa è tipica dell'isola di Minorca ed è ancora più buona se la si gusta ammirando la vista sul porto da uno dei ristoranti di Ciutadella. È un piatto davvero prelibato, semplice e saporito allo stesso tempo, che fa impazzire gli amanti dei frutti di mare appena pescati. La versione tipica è quella a base di aragosta (che fino a non molti anni fa era un alimento comune nella dieta dei pescatori locali) servita in una casseruola di terracotta e accompagnata da mandorle tritate, aglio e pane fritto. Chi non ama l'aragosta può anche optare per una caldereta di rana pescatrice o di qualsiasi altro pesce, l'importante è non perdere l'opportunità di provare questa specialità se la vita ci porta a Minorca, un'isola bella e incontaminata, il cui clima mite tutto l'anno permette anche di fare un pisolino davanti al mare a prescindere dalla stagione.

Bullit de peix

Il pesce è una costante nelle isole Baleari e lo si può trovare in diverse forme sia nei ristoranti più sofisticati che nelle taverne più modeste in riva al mare, come protagonista di ricette sorprendenti o cucinato alla griglia, accompagnato da patate o insalata. Un'altra ricetta tipica a base di pesce è il classico bullit de peix di Ibiza, un piatto da pescatori dove il pesce (che di solito è gallo, cernia, scorfano o rana pescatrice) è accompagnato da patate e "arroz a banda". In genere viene servito in un piccolo piatto di terracotta con una deliziosa salsa alioli.

Ensalada payesa Formentera)

Attenzione: visitare Formentera in autunno o inverno può creare dipendenza. Una volta sottratta al trambusto dei mesi estivi, l'isola brilla in tutto il suo splendore e appare davanti ai nostri occhi come un angolo di mondo selvaggio ed enigmatico dove si può andare in moto o in bicicletta lungo strade deserte, godersi un buon libro su spiagge tranquille e bere qualcosa a fine giornata a Sant Ferran o Sant Francesc, due paesini estremamente accoglienti a prescindere dalla stagione. Uno dei piatti che non possiamo non provare se abbiamo la fortuna di visitare Formentera è la classica ensalada payesa, una ricetta molto sana e gustosa preparata con il classico peix sec (pesce essiccato al sole conservato in olio d'oliva) accompagnato da peperoni, cipolle, pomodori e pane secco. È un piatto molto tipico dell'isola e ogni locale offre una versione tutta sua, per cui in genere è possibile mangiarlo in diverse varianti.

Dolci tipici

Ogni isola ha il suo dolce tradizionale e non possiamo di certo ripartire senza aver assaggiato alcune di queste delizie che si preparano tradizionalmente in casa e che raggiungono l'eccellenza nelle abili mani di alcuni chef. Due specialità assolutamente da provare sono la greixonera ibicenca, una specie di budino morbido e pastoso fatto con l'ensaimada del giorno precedente, o il flaó, una torta a base di formaggio fresco e anice tipica di Ibiza e Formentera. E visto che i dolci non sono mai abbastanza, consigliamo di provare anche i pastissets o i rinomati carquinyolis di Minorca, così come il gató d'ametlla maiorchino, un pan di Spagna umido fatto con mandorle, uova e zucchero.

Coca de trempó

La versione balearica della pizza si chiama coca de trempó ed è una prelibatezza che si può trovare un po' ovunque e può essere gustata in qualsiasi momento della giornata. L'impasto viene preparato con farina, acqua e olio e quindi ricoperto con un mix di verdure, in genere peperoni, cipolla e pomodoro. Ovviamente è ancora più buona se accompagnata da uno degli ottimi vini locali.

Turismo enologico e oleario

Per quanto riguarda vino e olio d'oliva, le isole Baleari offrono una scelta molto interessante di entrambi i prodotti, che si traduce in una ricca gamma di attività fatte apposta per osservare da vicino come vengono lavorati. Maiorca vanta le denominazioni d'origine Aceituna de Mallorca e Aceite de Mallorca, rispettivamente per olive e olio, e l'olio viene preparato con le varietà Mallorquina, Arbequina e Picual. Per quanto riguarda l'offerta vinicola, se sei un amante del vino, la tua visita alle Baleari si trasformerà in una degustazione non-stop di etichette tutte da scoprire. Le denominazioni di origine protetta sono due: Binissalem e Pla i Llevant, entrambe a Maiorca, ma le isole vantano anche diverse indicazioni geografiche protette. Ovviamente non mancano attività per tutti i gusti e livelli: visite, degustazioni, laboratori, pranzi, serate nei vigneti, ecc.

Frit maiorchino

Come resistere a questo succulento piatto che è una vera e propria istituzione della gastronomia insulare? Carne di maiale, peperoncino, aglio, pepe, alloro, finocchio, chiodi di garofano e cannella: ecco cosa troverai, né più né meno, in questa ricetta di origine sefardita. E per guarnire, patate, peperoni rossi, cipollotti e fave; tutto fritto, naturalmente, per fare onore al nome del piatto ("frit" in maiorchino significa "fritto").

Ormai avrai capito. Anche se spesso i turisti non lo sanno, le Baleari offrono molto più che spiaggia e sole. E allora che aspetti? Andiamo!

Più letti

Scopri i migliori ristoranti degli aeroporti

Sandwich dal distributore automatico, fast food da asporto e caff…

+ info

I giardini più belli d'Europa

Anche viaggiando nelle grandi città è possibile trovare angoli in…

+ info

6 proposte per una seconda visita a Malaga

Malaga non è solo una città vibrante, è anche gastronomia, locali…

+ info