At 30,000 feet for travelers

Ibiza oltre la movida: itinerario gastro slow

Destinazione amata da tanti, incompresa da altri e sconosciuta per la maggior parte dei mortali, Ibiza è un paradiso di limoni e carrube, fichi e sale. Una meta gastronomica con una voglia matta di raccontare tutto quello che sa della terra e del mare. A un tiro di schioppo - o di volo - con Vueling.

Confesso che la prima volta che sono andata a Ibiza mi portavo dietro qualche pregiudizio infilato nel bagaglio. Erano i primi di maggio e la "movida" non si era ancora risvegliata dalla sbornia estiva. Ne ero grata. La mia missione era quella di scoprire il volto gastronomico dell'isola. Più tardi mi sono resa conto che anche in alta stagione è possibile godere della più grande delle isole Baleari, lasciando da parte megadiscoteche, vita notturna e beach club alla moda. Perché al di là di tutto questo, c'è una Ibiza da scoprire e assaporare con tutti e cinque i sensi. L'Ibiza dell'entroterra, ricca di storia e angoli slow, l'Ibiza che beve le sue erbe al ritmo quieto e caldo del tramonto, che pulsa all'unisono con il territorio ed è desiderosa di mostrarsi al mondo. Di quei viaggi ho conservato qualche pista. Vieni a scoprirla con me?

Bar Anita (Sant Carles de Peralta), cucina semplice ed economica in un luogo incantevole

Molto vicino al popolare mercatino hippie di Las Dalias, dove potrai acquistare oggetti di artigianato, abiti o accessori in stile boho, si trova questo bar-ristorante che ti riporta indietro all'Ibiza degli anni '60. Nato nel 1876 come negozio di alimentari e piccolo bar, è uno degli esercizi commerciali più antichi dell'isola. È stato uno dei punti di ritrovo più poderosi della cultura hippie ed è passato di generazione in generazione conservando quello stile che lo rende unico. Non puoi andarci e non provare i suoi panini, il flaó casero (una torta a base di formaggio fresco e foglie fresche di mentuccia... bestiale!) o le erbe preparate da più di un secolo con la stessa ricetta di famiglia. Cucina semplice ed economica in un luogo incantevole.

Can Cires (Sant Mateu d'Albarca), cucina di mercato tradizionale

Nel cuore dell'isola c'è una casa tipica con due secoli di storia, dove dovrai prenotare se vorrai scoprire la cucina più tradizionale di Ibiza. Ricette popolari come le preparavano le nonne, prodotti del posto e sapori che si ottengono solo quando si cucina con amore e a fuoco lento. Al Can Cires, Francis e Vitoria recuperano il sapore della terra, lavorano con i prodotti di stagione offerti dal mercato e cucinano all'insegna della naturalezza. E questo si nota. Ad esempio in piatti come la "fritá de pulpo", il calamaro con "sobrasada" o le "farinetes", un dessert storico abbastanza difficile da trovare nei ristoranti dell'isola. La terrazza, particolarmente romantica di sera, è un altro punto di forza.

Can Muson (Santa Eulalia del Río), fattoria ecologica

Questa fattoria ecologica nasce nel 2009 per opera di María, una donna ibicenca innamorata della campagna e instancabilmente impegnata a dare visibilità alla figura femminile nell'ambiente rurale. È un luogo idilliaco dove ritrovarsi a contatto con la natura, staccare da tutto, passeggiare tra le coltivazioni e scoprirne i frutti o dare da mangiare agli animali della fattoria. E potrai anche mangiare e bere bene, con prodotti freschi della tenuta, acquistare frutta e verdura locale o concederti il capriccio di prodotti fatti in casa come il pane tradizionale, il formaggio fresco di capra o la "sobrasada". Periodicamente organizzano seminari per imparare, ad esempio, a preparare le erbe tipiche dell'isola e funzionano da fattoria didattica per i più piccoli. Una proposta fantastica per chi viaggia in famiglia, in coppia o con amici.

Agriturismo Atzaró (Santa Eulalia del Río). Cucina mediterranea farm-to-fork

Per assaporare il lusso slow ti diamo un'indicazione che ti farà venire l'acquolina in bocca. Immagina una struttura d'alloggio sperduta nell'entroterra, circondata da giardini magici, palme e laghetti. Spa, terrazze, piscine e un orto biologico da cui provengono le materie prime elaborate nel ristorante. Cucina mediterranea farm-to-fork che esalta natura e stagioni. Offre diversi spazi gastronomici: La Veranda, aperto tutto l'anno a colazione, pranzo e cena, l'incredibile ristorante-giardino estivo The Orange Tree e vari ambienti bar dove servono cocktail, succhi, tapas e una cucina informale di tipo salutistico. Aperti sia agli ospiti dell'agriturismo che a visitatori esterni.

Vini nella Bodega Can Rich (San Antonio de Portmany)

Ibiza non è una terra particolarmente rinomata per i suoi vini, ma non per questo ha perso l'entusiasmo per la vinificazione. Dall'VIII secolo a.C, nelle isole Baleari esiste un'importante tradizione vinicola influenzata dalla civiltà fenicia, greca e romana. Tuttavia, i vigneti erano stati sempre sfruttati per lo più ad uso familiare e per la vendita di vino sfuso tra gli abitanti. Fu negli anni '90 che l'attività subì un impulso e nacquero cantine che oggi imbottigliano etichette prestigiose. Una di queste è quella di Can Rich, nella parte nord-occidentale dell'isola. Producono rossi, bianchi e rosati, tre spumanti e persino un vino dolce. Pionieri nell'applicazione di tecniche di agricoltura biologica ai vigneti, i loro vini rispecchiano la singolarità del clima e della terra di Ibiza. Organizzano visite guidate su prenotazione.

Dopo questo percorso sarebbe assurdo pensare che quest'isola sia solo una meta della movida, quindi prenota il tuo volo per Ibiza, svuota la valigia da ogni pregiudizio, mettici dentro questi suggerimenti e avventurati alla scoperta di una meta gastronomica sorprendente.

Più letti

Scopri i migliori ristoranti degli aeroporti

Sandwich dal distributore automatico, fast food da asporto e caff…

+ info

I giardini più belli d'Europa

Anche viaggiando nelle grandi città è possibile trovare angoli in…

+ info

I 5 migliori mercatini natalizi d'Europa

Tra il freddo invernale e le giornate di pioggia una scintilla di…

+ info