At 30,000 feet for travelers

Cosa vedere a Parigi gratis

Parigi è il sogno di milioni di viaggiatori. Sebbene sia una città cara, offre comunque alternative economiche. Ecco sei cose da fare a Parigi gratis.

Chi può resistere al fascino di Parigi? Solo il nome basta a evocare migliaia di immagini, mentre sulla sua cartina c'è un'infinità di coordinate dove aggiungere segnaposti per indicare luoghi che non si può fare a meno di visitare. Ma se davvero vuoi percepire le vibrazioni più autentiche di questa città, devi tornarci più e più volte... Scoprirai, ad esempio, che non tutto è così costoso e che in realtà ci sono tante cose che si possono vedere gratis a Parigi. Inoltre, è facile trovare un volo economico per Parigi e visitare (ancora una volta) la capitale francese.

Les Grands Voisins: una Parigi dall'economia solidale e circolare

Una delle tendenze di Parigi è il riutilizzo degli spazi urbani abbandonati. È quello che è successo a Les Grands Voisins, uno di quei piccoli angoli di mondo dove è ancora possibile credere nell'utopia. Qui la rivoluzione è sociale, artistica e autogestita dagli abitanti del quartiere.

Quello che c'è dietro l'antico ospedale di Saint-Vincent-de-Paul è una delle cose migliori da vedere a Parigi senza dover pagare: un ecosistema basato su economia sociale, ecologia, laboratori sociali e assistenza ai rifugiati. È un luogo ricco di colori, arte, belle atmosfere e tazzine per il caffè in ceramica... niente plastica nel raggio di 200 metri!

Potrai entrare nei laboratori degli artisti, vedere mostre, assistere a concerti, prendere qualcosa in uno dei suoi bar e ristoranti dai prezzi popolari o fare acquisti nel mercatino delle pulci allestito in uno dei suoi capannoni. Questo spazio sarà attivo almeno fino alla costruzione del nuovo quartiere (secondo le previsioni, nel 2023), ma tutto fa pensare che gli abitanti porteranno avanti il loro ideale di una società sostenibile e più equa.

Boulevard Paris 13: Street art XXL

Senza alcun dubbio, una delle migliori proposte gratuite di Parigi sono i suoi graffiti. Non potrebbe essere altrimenti, considerato che si tratta di una delle grandi capitali del mondo della street art. Ce n'è di tutti i tipi e di tutte le dimensioni. In particolare, quelli distribuiti lungo il Boulevard Vincent Auriol sono tra i più grandi della città.

In questa autentica galleria a cielo aperto, gli edifici vengono utilizzati come fossero tele gigantesche. Appaiono all'improvviso, sorprendendo con i loro colori, le forme e i messaggi che trasmettono, trasformando la passeggiata in un'autentica avventura.

Adesso il Boulevard Paris 13 annovera le firme di promesse e classici della migliore street art francese come Invader, ST4, Roa, JanaJS, Pantonio... Procurati una cartina e annota la posizione dei tuoi preferiti.

Shakespeare & Company: Parigi in stile Beatnik

© Foto di CC BY-SA 2.0

Secondo lo scrittore Jeremy Mercer, era la libreria più famosa del mondo. Ma sicuramente è una delle migliori proposte di Parigi che non comportano un grande dispendio economico. Anche perché acquistare libri non è precisamente spendere soldi, ma piuttosto investirli.

La libreria si trova nei pressi della sfortunata cattedrale di Notre Dame, sulla riva più turistica di Parigi. È un punto di riferimento culturale sin da quando, a metà degli anni '60, l'americano George Whitman l'aprì prendendo in prestito il nome dalla mitica libreria tenuta da Sylvia Beach in Rue de l'Odéon e frequentata da giganti della letteratura come James Joyce ed Hemingway.

Ma anche l'attuale Shakespeare & Company ha accolto grandi poeti della Beat Generation e tanti altri scrittori. Il suo affollato interno offre un percorso suggestivo tra scaffali e libri in inglese che si accumulano in ogni angolo. Occorre prestare particolare attenzione ai suoi eventi letterari e recital di poesia gratuiti, perché a quel punto basterà prendere un caffè e godere della poesia del posto.

Père-Lachaise: il cimitero più hipster

Situato nel Le Marais, il quartiere con la maggior concentrazione di negozi di abbigliamento, ristoranti di tendenza e caffetterie moderne per metro quadrato di Parigi, troverai cose da vedere gratis. Negli ultimi anni il Père-Lachaise si è caratterizzato come uno dei cimiteri più belli del mondo. Incantevole in qualsiasi periodo dell'anno, basta fare una passeggiata per scoprire quanto questa affermazione non sia affatto esagerata.

Custodisce le spoglie di personaggi celebri, con tombe e mausolei di una tale qualità da costituire un autentico museo di scultura all'aperto. Circondato da muri di pietra e immerso tra alberi cresciuti in libertà, entrare nel cimitero del Père-Lachaise è come accedere a un'oasi di pace.

Ogni visitatore è spinto da un motivo diverso: molti vi si recano per rendere omaggio a Jim Morrison, altri preferiscono Oscar Wilde o Edith Piaf. Quello che è certo è che nel Père-Lachaise ci sono così tanti artisti e personaggi famosi, che conviene reperire una delle cartine in vendita all'ingresso per trovare facilmente le tombe più celebri.

Promenade Plantée: l'ispirazione dell'High Line di New York

Questa è la proposta per eccellenza se visiti Parigi la seconda volta. Si tratta di una singolare passeggiata panoramica che in alcuni punti raggiunge i 10 metri di altezza sul livello della strada e che ha inizio dietro l'Opera Bastille, proseguendo fino alla Porte Dorée e al Bois de Vincenne.

Il progetto risale al 1988, quando a Philippe Mathieu e Jacques Vergely venne l'idea di riconvertire il viadotto della ferrovia abbandonata sin dalla metà del XIX secolo. Il risultato ha finito per ispirare anche il più famoso High Line di New York e oggi rappresenta sicuramente una delle cose più interessanti da fare gratis a Parigi.

Naturalmente, non è necessario percorrerla in tutta la sua lunghezza. Una delle zone di maggiore interesse è quella che coincide con il famoso Viaduc des Arts: 45 archi in mattoni che sostenevano il passaggio dell'antica ferrovia, successivamente trasformati in sale esposizioni, laboratori artigianali, botteghe per il restauro di mobili e gioiellerie.

Ground Control: il divertimento è alternativo

Vicino al Viaduc des Arts c'è un'altra cosa alternativa ed economica da fare a Parigi. La sala Charolais, antico magazzino postale a pochi passi dalla stazione di Parigi Lione, occupa uno spazio di 6000 metri quadrati che accolgono spettacoli artistici, mostre, laboratori, conferenze, musica e prodotti bio da assaporare in famiglia o con gli amici. Valore aggiunto: impegno al 100% con il riciclo, il risparmio energetico e l'uso di prodotti rispettosi dell'ambiente.

Questa è la penultima sede del Ground Control, un progetto che risale all'allestimento nel 2014 di uno spazio culturale temporaneo nel Quai d'Austerlitz. A seguito dell'immediato successo riscosso, il gruppo ha portato avanti l'attività fino ad oggi, creando altri spazi per persone "libere e curiose", come loro stessi si definiscono.

Questo spazio sarà attivo fino al 2020, quando la società SNCF recupererà l'edificio per uno sviluppo immobiliare. Ma non facciamoci prendere dal panico: se andrai a Parigi dopo la sua chiusura, questo gruppo di creativi ha già preso di mira altre possibili ubicazioni dove continuare a sorprendere il pubblico. Basta seguirne il sito web!

Più letti

7 destinazioni per chi viaggia da solo

Viaggi con amici, in coppia, in famiglia... sì, lo sappiamo che c…

+ info

I teatri più famosi d'Europa

Ti piacerebbe vivere una notte all'opera? No, non stiamo parlando…

+ info

I 4 musei più curiosi d'Europa

Il 18 maggio si celebra la Giornata Internazionale dei Musei, in …

+ info